PANGOCCIOLI EXTRA SOFFICI

Ancora pangoccioli su questo blog? ebbene si, ancora loro, ma ogni volta una proposta diversa…

li abbiamo preparati con il bimby,https://www.dolcimerendeedintorni.ifood.it/pangoccioli-con-bimby/ 

li abbiamo preparati con Pasta Madre https://www.dolcimerendeedintorni.ifood.it/pangoccioli-con-bimby/

oggi li prepariamo con il” water roux” niente di preoccupante, non vi fate intimorire dal temine, è solo un piccolo preparato da fare il giorno prima di acqua, latte e farina, che va riposto in frigo prima dell’utilizzo.

Il mondo è pieno di ricette con water roux, ma io l’ho scoperto da poco, anzi pochissimo perché alto non è che un impasto nato di conseguenza  a questa ricetta https://www.dolcimerendeedintorni.ifood.it/hokkaido-milk-bread/! Quando mi sono resa conto dell’estrema morbidezza, sofficità e durata del bauletto, anche a distanza di giorni, ho voluto immediatamente provarlo in questa versione ed ho fatto centro, sono andati letteralmente a ruba  senza distinzione di genere e di età!

Leggermente più dolce essendo delle brioches ed aromatizzati con vaniglia, con tante gocce di cioccolato sono veramente una meraviglia di pangoccioli assolutamente da provare!

Print Recipe
PAN GOCCIOLI EXTRA SOFFICI
Pangoccioli extra soffici con water roux e gocce di cioccolato fondente ed al latte ideali per la colazione e la merenda.
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 12/15 minuti
Tempo Passivo 4 ore
Porzioni
12 pangoccioli
Ingredienti
Ingredienti Water roux
Ingredienti pangoccioli
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 12/15 minuti
Tempo Passivo 4 ore
Porzioni
12 pangoccioli
Ingredienti
Ingredienti Water roux
Ingredienti pangoccioli
Istruzioni
  1. Avete mai sentito parlare del water roux?
  2. Chi tra voi è appassionato di panificazione e prodotti da forno invece, forse si è già imbattuto in quello che molti considerano l’ingrediente segreto per ottenere un pane soffice e ben lievitato. Il water roux è uno starter, un facilitatore, un pre-impasto. L’origine di questo composto, noto anche con il nome di tang zhong, è orientale. La sua diffusione e c conoscenza soprattutto sul web, ormai potentissimo veicolo diffusione più che ogni altro canale , si deve al libro di Yvonne Chen, 65°C "Bread doctor" nel quale l’autrice spiega l’uso del water roux e ne offre diversi esempi di utilizzo.
  3. Questo metodo orientale è usato sin dall’antichità in panificazione in quei paesi, certo da tanto conosciuto anche in Europa ed ovunque , poi arriva il momento del tormentone e ti rendi conto d’essere senza scampo, anche sfigata se non lo provi e così dopo aver ammirato certi capolavori di amiche assolutamente criticone e sincere ho deciso di approfondire e già alla terza riga si era esaurita la spiegazione…acqua, latte, farina e mescolatina…tutto qui!
  4. Certo bisogna portare questo miscuglio a 65° C perché gelatinizzi (difficile?? non direi) ed in questa piccola combinazione di elementi elementari sta il segreto, tutto qui, quindi se ancora non conoscete questo metodo e questo pane è il caso di leggere tutto l’articolo e cominciare a mescolare per poi impastare.
Preparazione water roux
  1. In un pentolino unire acqua, latte e pian pianino la farina senza creare grumi e portare questo piccolo miscuglio a 65°C mescolando sempre fino ad ottenere una cremina densa da continuare a mescolare di tanto in tanto per evitare i grumi e poi conservare in frigo ben sigillata dove può restare fino ad una settimana.
Preparazione Pangoccioli
  1. In planetaria con gancio unire le farine, lo zucchero, l'uovo intero e pian piano il latte dove scioglieremo il lievito, la panna ed il water roux . A parziale incordatura inserire il tuorlo ed il sale ed incordare fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico unire il burro a fiocchetti facendo ben assorbire prima del successivo inserimento..Inserire le gocce di cioccolato surgelate , girare il minimo necessario per farle amalgamare nell'impasto.
  2. Raccogliere l'impasto e riporre in ciotola rincalzando.Sigillare ed aspettare il raddoppio in circa due ore a 26°C .
  3. Poggiare l'impasto su spianatoia e porzionare in pezzetti da 90 g. Arrotondare e pirlare
  4. Disporre man mano in teglia con carta forno.
  5. Coprire con pellicola e far lievitare circa un ora.
  6. pennellare con latte, o tuorlo e latte, infornare a 180° forno statico per 12/15 minuti. Sfornate i pangoccioli soffici e dorati.
  7. Si conserveranno a lungo, non crederete ai vostri occhi...sempre che durino...io li nascondo per poter constatare la loro shelf life , ma le mie sono curiosità tecniche!

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *