Colombine veloci

Se vi propongo delle colombine veloci, ciò non significa che debbano essere delle colombine sciatte e sbrigative, significa che nella preparazione non avranno i tempo biblici delle colombe tradizionali con pasta madre, ma dobbiamo comunque ottenere un risultato ottimo, dobbiamo ottenere  delle colombe soffici non solo appena sfornate con la prova del dito che affonda, succede sempre nei prodotti appena sfornati, la prova del dito che affonda la dobbiamo invece fare tante ore dopo, per capire  se abbiamo  ottenuto un risultato apprezzabile!

Non dobbiamo confondere il veloce con l’approssimazione,  impasti carichi di lievito per far presto e nessuna qualità.

Veloci non significa che pur di far presto uniamo gli ingredienti impastando velocemente, perché IO quando vi propongo delle ricette inerenti i lievitati  vi dico sempre che senza la formazione del glutine, una perfetta incordatura, non si ottengono impasti soffici oltre il raffreddamento del prodotto, però possiamo usarli poi come fermaporta o ferma carte, saranno sempre utili.

Anche quando vi propongo cose “veloci” il mio parametro è la durata, la morbidezza e la resa finale della preparazione , non semplicemente il profumo, l’impatto visivo e la bella foto.

Non vi abbindolo con il canto delle sirene “è veloce, è facile…si unisce tutto ed è fatta…” non sono il blog che fa per voi probabilmente!

Qui io propongo preparazioni lunghissime e difficili per amatori, ma anche io amo immediatezza e semplicità in tanti momenti, ma quei momenti devono avere comunque i loro di  tempi, quelli giusti e necessari, altrimenti rimando al giorno dopo…

dopo questo breve e noioso excursus su quello che intendo per velocità, ora passiamo alla preparazione di queste colombine per chi non ha tempo, per chi non ama i canditi e che con il ditino toglie tutto, per chi non ama la colomba perché anche dopo aver sgusciato l’ultimo candito ancora dice “sa di canditi!!! ” per me degli eretici, ma in casa ne ho parecchi e  quando è festa si cerca di accontentare  proprio tutti nel rispetto dell nostre belle tradizioni ed allora che colombine siano anche per loro e non solo per il giorno della festa!

Io ho formato queste   colombine con  l’ impasto noto, celebre e giustamente famoso della “brioche allo yogurt “ del maestro Adriano Continisio che trovate nel suo blog Profumo di lievito.

Come non affidarsi ciecamente a lui per ottenere un risultato al di sopra della media per morbidezza, sapore e consistenza? e finalmente si impasta di nuovo la sua di  brioche, a me particolarmente cara,  uno dei miei primi impasti, una ricetta alla quale sono rimasta legata per tanti motivi e perché la conoscenza del suo blog e dei suoi metodi ha segnato l’inizio della svolta nel mio modo di fare e di impastare  , per cui sono sempre grata per quanto generosamente ricevuto , anche se le situazioni cambiano nel tempo, ma  come si suol dire “il primo amore non si scorda mai !!”

Print Recipe
Colombine veloci
"Colombine veloci" per chi non ama i canditi e le preparazioni troppo lunghe e laboriose, un impasto molto soffice e che dura a lungo con lievito di birra realizzate con la ricetta della brioche allo yogurt del maestro Adriano Continisio
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 3 ore
Porzioni
10 colombine
Ingredienti
INGREDIENTI
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 3 ore
Porzioni
10 colombine
Ingredienti
INGREDIENTI
Istruzioni
Preparazione lievitino
  1. Cominciamo con la preparazione del lievitino prendendo gli ingredienti dal totale su indicato .Unendo il latte con le zeste di mezzo limone ,il cucchiaio di miele ed il lievito di birra, far sciogliere ed unire 90 g farina dal totale mescolando bene. Coprire e far lievitare per circa 60 minuti.
  2. Grattugiare nello yogurt le feste dell'arancia e del mezzo limone rimasto.
  3. Sciogliere il burro e far raffreddare
  4. Quando il lievitino si presenterà gonfio pieno di bollicine ed affossamenti potremo cominciare l'impasto vero e proprio.
  5. Inserire in planetaria il lievitino con le uova, il tuorlo , metà dello zucchero e circa metà di farina ed incordare con la foglia.
  6. Ad impasto sommariamente incordato unire la 1/3 dello yogurt con 1/3 di zucchero, 1/3 di burro fuso freddo e 1/3 di farina ed incordare prima dei successivi inserimenti.
  7. Conclusi gli inserimenti unire il sale, a filo il cointrau continuando ad impastare, ribaltando di tanto in tanto durante la lavorazione per favorire l'incordatura e far asciugare l'impasto.
  8. Ad impasto perfettamente incordato toglier la foglia e proseguire per gli ultimi giri con il gancio.
  9. Staccare l'impasto morbido e vellutato dal gancio porre in ciotola rincalzando fino ad ottenere una bella sfera. Sigillare e far lievitare al raddoppio .Ci vorranno circa due ore a 26°C
  10. Ribaltare l'impasto su spianatoia e dare un giro di pieghe del secondo tipo. Ovvero portare i lembi dell'impasto verso il centro esercitando una leggera pressione, capovolgere con chiusura sotto e far rilassare l'impasto per 15 minuti coperto a campana.
  11. Per la GLASSA Battere leggermente l'albume con farina di mandorle e di riso e le gocce di mandorla e far sostare in frigo per qualche ora.
FORMATURA
  1. Dividere l'impasto in pezzetti da 100 g.
  2. formare delle palline pirlando, dividere in due metà e formare due cilindrati.
  3. Poggiare un cilindrando in teglia su carta forno dando una forma ad U
  4. Poggiare sopra a croce il secondo cilindretto.
  5. Dopo aver formato tutte le colombine coprire con pellicola e far lievitare per circa un'ora
  6. Scoprire le colombine, accendere il forno a 170° C statico, con un pennello spargere un velo di glassa , distribuire zucchero a granella ed abbondante zucchero a velo . Poggiare al centro una mandorla ed infornare per circa 17 minuti, avendo cura di sfornare le colombine cotte, ma ben chiare per non pregiudicare la sofficità.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *